.
Annunci online

22 giugno 2006
Avviso ai senatori della Cdl: noi non capiremmo

I fatti sono noti.
L’Unione è appesa al referendum, ultima unificante crociata anti-cav.
Per il resto è una gabbia di matti in ordine sparso.
Ognuno col terrore di essere fregato dall’altro.
Ognuno coll’angoscia di marcare la posizione.
Ognuno coll’ansia di apparire il più puro.
Ognuno impegnato ad indicare il traditore.
Ognuno  ossessionato dal piantare bandierine.
Afghanistan, pacs, alta velocità, Suv, staminali, Ratzinger, amnistia: tutto fa brodo.
E tutto rende l’Unione un colabrodo.

Ora, siccome si dovrà votare.
Siccome la decisione su come fare per Kabul passerà al Senato.
Siccome il maldipancia unionista è a prova di Malox.
Siccome i voti sono risicati.
Siccome ci può essere l’occasione di far vedere i sorci verdi a Prodi e D’Alema.
Ecco, cari senatori della Casa delle Libertà: vedete di non fare come cazzo vi pare.

Vedete di essere ligi.
Vedete di essere presenti.
Vedete di non far mancare un voto.
Vedete di non fare come la scorsa settimana sul numero dei ministri.
Perché noi, stavolta, vi guardiamo.

Noi, stavolta, vi contiamo.
Noi, stavolta, vi indichiamo uno per uno.
Noi, stavolta, ce la leghiamo al dito.
Noi, stavolta, facciamo le pagelle.
Noi, stavolta, ci incazziamo.
E la prossima volta non vi votiamo.

E siccome i senatori sono stati scelti grazie alla magnifica nuova legge elettorale.
Siccome non sono stati scelti dagli elettori.
Siccome sono stati indicati dai leader dei partiti.
Noi, poi, alla fine, la colpa la diamo a voi: Silvio Berlusconi, Gianfranco Fini, Pierferdinando Casini.
Invece di piangere, gridare al complotto, ricontare, vedete di fare l’appello.




permalink | inviato da il 22/6/2006 alle 11:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte